Cucina, Storia e Tradizione

Una tradizione locale verbale tramanda che il dolce sarebbe stato ideato da una geniale “maitresse” di una casa di piacere ubicata in centro storico a Treviso.
La padrona del locale avrebbe ideato questo dolce afrodisiaco per offrirlo ai suoi clienti quando questi, all’ arrivo , scendevano le scale un po’ provati per i problemi coniugali che avrebbero dovuto affrontare al rientro in casa e li ammoniva in questo modo: “ desso ve tiro su mi “.

Un’altra leggenda narra invece  che il luogo di nascita del tiramisù a Treviso sia riconducibile al ristorante “Alle Beccherie” e che risalga tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70. Lo chef in questione, il pasticcere Roberto “Loly” Linguanotto preparò per la titolare del locale ,Ada Campeol, appena diventata madre un dolce energizzante che le permettesse di “tirarsi su” e conciliare l’allattamento del figlio da poco concepito con il lavoro nel ristorante.

Da qui origine del nome.

Ancora oggi  secondo usi e costumi trevigiani, il Tiramisù si associa alle donne, ai bambini e alle persone in stato di debolezza. A supporto di queste storie leggendarie è la composizione degli ingredienti del Tiramisù, tutti nutrienti e ipercalorici: uova, zucchero, savoiardi, mascarpone, caffè e cacao.

Il tiramisù è uno dei dolci italiani più famosi, in Italia e nel mondo. E’ nato a Treviso, ma nel corso degli anni si è aperta una disputa sulla vera origine e nascita del dolce soprattutto con la regione del Friuli Venezia Giulia oltre che con l’ Emilia Romagna e Torino. Le discrepanze nascono a causa dell’opinione sul corretto assemblaggio  degli ingredienti utilizzati per la composizione del dolce e per ragioni storiche.

 

By | 2018-01-05T13:14:57+00:00 gennaio 5th, 2018|Non categorizzato|