La Gondola

La gondola è un’imbarcazione tipica della laguna di Venezia.

Un pezzo di storia che resiste alle acque della laguna, ma quali sono le origini e la storia della gondola?

La gondola è composta da  varie essenze di legname, 8 per la precisione e la sua costruzione richiede solitamente più di un anno. Il tradizionale colore nero dell’imbarcazione è dovuto all’origine per l’uso consueto dell a pece come impermeabilizzante dello scafo.

Lunga all’incirca 11 metri e di forma asimmetrica, con il lato sinistro più largo del destro, è caratterizzata da un lungo remo, manovrato appoggiandolo ad una sorta di scalmo libero denominato fórcola, che si inserisce nel suo apposito alloggiamento e viene sfilato dopo l’uso.

Un tempo veniva costruita e ricoverata in rimessaggio in piccoli cantieri detti squèri, come, ad esempio, lo squero di San Trovaso. Il tipico pettine o ferro di prua ha lo scopo di proteggere la prua da eventuali collisioni oltre ad essere un abbellimento.

La sua forma ha tradizionalmente il significato di rappresentare i sei sestieri di Venezia (i sei denti rivolti in avanti), la Giudecca (il dente rivolto all’indietro) e il cappello del Doge.

L’archetto sopra il dente più alto del pettine rappresenta il Ponte di Rialto, mentre la ‘S‘ che parte dal punto più alto per arrivare al punto più basso del ferro rappresenta il Canal Grande. Nel ferro di alcune gondole di recente costruzione sono presenti anche tre rifiniture – una sorta di ricami detti foglie posti tra le sei barrette anteriori – che rappresentano le tre isole più importanti tra quelle delle laguna veneta, ovvero Murano, Burano e Torcello.

By | 2017-12-21T13:10:59+00:00 dicembre 21st, 2017|Non categorizzato|