Le Ville e la Riviera del Brenta

Ogni anno, da marzo a ottobre, vengono proposte delle piacevolissime escursioni e minicrociere in battello, in navigazione tra le Ville Venete della Riviera del Brenta che regalano una giornata interamente dedicata ad arte e storia, lungo le vie degli antichi burchielli veneziani del ‘700.

Il Burchiello era una tipica imbarcazione veneziana per trasporto passeggeri per lo più venivano utilizzati dai ceti veneziani più facoltosi per raggiungere dalla città le loro Ville in campagna.

La visita comprende la navigazione, la guida a bordo, la visita guidata agli interni di “Villa Foscari detta La Malcontenta”, di “Villa Widmann” di Mira e di “Villa Pisani” di Stra. La Riviera del Brenta può essere comunque attraversata e visitata individualmente tutto l’anno soffermandosi anche presso Villa Valmarana a Mira, la  “Foscarini- Rossi” con all’interno  il Museo della Scarpa e inoltrandosi verso la provincia di Padova, si può ammirare Villa Contarini.

Vi consigliamo di leggere qualche informazione sulla nascita e storia delle ville sopraindicate:

Villa Foscari- La Malcontenta: La costruzione di Villa Foscari venne commissionata da Alvise e Nicolo’ Foscari ad Andrea Palladio lungo la riva del fiume Brenta e venne terminata nel 1555. Il soprannome di Malcontenta è dato a causa di una nobildonna Elisabetta Dolfin,della famiglia Foscari, ricca e potente famiglia veneziana che qui venne relegata per espiare la sua infedeltà.
Esistono anche altre spiegazioni per il soprannome di questa Villa Palladiana :che derivi dal sovente straripamento del fiume e conseguente allagamento delle terre dei contadini che usavano ripetere “Brenta mal contenta”

Villa Pisani: detta anche la Nazionale, rappresenta certamente uno dei più celebri esempi di Villa Veneta della Riviera del Brenta. Venne costruita in onore del Doge Alvise Pisani e successivamente venduta a Napoleone Bonaparte, successivamente diventò proprietà degli Asburgo, diventando luogo di villeggiatura ed ospitando l’aristocrazia europea, da Carlo IV di Spagna allo Zar Alessandro I a Ferdinando II di Borbone, re di Napoli. Il parco esterno è stato insignito del premio “Il Parco più bello d’ Italia 2008” mentre il Labirinto è stato dichiarato uno dei più grandi d’Europa. Al suo interno sono visibili opere di Giambattista Tiepolo, Giovanni Battista Crosato, Giuseppe Zais, Jacopo Guarana, Carlo Bevilaqua, Francesco Simonini, Jacopo Amigoni e Andrea Urbani.

Villa Foscarini- Rossi: viene costruita nel 1600 su un probabile progetto di Francesco Contini, successivamente diventò dimora di Marco Foscarini, uno degli ultimi Dogi della Serenissima di Venezia; e in un secondo momento delle famiglie Negrelli e Rossi, da cui prende il nome. In tempi più recenti,  in occasione dell’anniversario dei cinquant’anni dell’azienda Rossimoda S.p.a., la struttura è diventata, su iniziativa di Luigino Rossi ospite del museo Rossimoda della calzatura. L’esposizione raccoglie alcuni prototipi di calzature prodotte dall’azienda Rossimoda S.p.a., e altri campioni regalati dai diversi brand, o collezionati da Luigino Rossi.

By | 2018-01-29T15:03:56+00:00 dicembre 21st, 2017|Non categorizzato|